Buio

DOMANDE nel PAESE del DISASTRO del VAJONT - thepillow

THE PILLOW
Iscriviti
visualizzazioni 457 592
99% 36 000 220

Quanto conoscete ciò che accadde il 9 ottobre 1963 nella diga del Vajont?

È la domanda che ci siamo posti prima di decidere di raccontare questa storia. Una storia diversa dai nostri soliti contenuti, una storia tragica, una storia di rinascita, una storia di memoria.

Se è vero che comunicare a tante persone è un grande privilegio, è anche vero che comporta delle responsabilità. Di fronte a questa storia abbiamo sentito una responsabilità diversa dal solito. Per questo motivo abbiamo visitato Longarone, Erto e Casso (i paesi più coinvolti nel disastro) per cercare di riscoprire il presente e il passato di un luogo che merita di non essere dimenticato.

Si ringraziano:

- L'associazione Pro Loco Longarone
- Il museo Longarone Vajont, attimi di storia
- Gianni Olivier per la testimonianza
- Enrico Turchetti per la voce fuori campo

INSTAGRAM: instagram.com/dedepillo/

Ricordiamo che il video non è in alcun modo volto ad offendere o infastidire nessuno.

Per richieste commerciali: info.thepillow@gmail.com

Grazie a chi ha partecipato attivamente per rendere questo video possibile, ai ragazzi intervistati e a voi che lo guardate.

Pubblicato il

 

10 lug 2020

Condividi:

Condividi:

Scaricare:

Caricamento in corso.....

Aggiungi a:

La mia playlist
Guarda più tardi
Commenti 0
Filippo Martignon
Io conosco questa storia perché nella mia scuola se ne parla molto, in prima media si fa un progetto di mesi sul Vajont che si conclude con una gita a Longarone. Ogni volta che ne sento parlare mi viene il nodo in gola.
Kate Ppp
Kate Ppp Giorno fa
Purtroppo aggiungo che non è l unica tragedia che si poteva evitare Valtellina luglio 1987
bos46
bos46 2 giorni fa
Bellissimo video
Peter Pan
Peter Pan 3 giorni fa
Almeno questo video ve lo potevate risparmiare, non fate altro che fermare stranieri per far dire loro quanto siano buoni gli spaghetti e quanto sia bella l'italia estasiando i vostri adepti e facendoli essere ancora più orgogliosi di riconoscersi nello straccio tridolore... ed allora continuate su quella strada, se tanto vi rende vendere italianità.. ma poi non fate finta di piangere per i disastri e le catastrofi causate dal prodotto che vendete!
Simone Garattini
Simone Garattini 3 giorni fa
scusa non potreste parlare di un altro disastro simile la diga del gleno?
Massimiliano Bampi
Massimiliano Bampi 4 giorni fa
Colpa della Sade
jacoward
jacoward 6 giorni fa
Oddio io abito proprio lì ed è morto mio nonno lì :'(
Nicola Conte
Nicola Conte 6 giorni fa
Io ho letto parecchi libri di un grande Uomo Mauro Corona... che dire ti emanano tristezza e rabbia xke la gente del posto sapeva e nn sono stati ascoltati ora da padre ho trasmesso la mia umile conoscenza ai miei figli e tra nn molto lì porto a vivere da vicino ciò che è accaduto... nutro rispetto immenso x i luoghi e li porterò sempre con me😢
Felicia Pinelli
Felicia Pinelli 6 giorni fa
Siete dei grandi.....imparate a noi tutti la storia in un modo veramente comprensibile..grazie.
Alessandro Nico
Alessandro Nico 8 giorni fa
Da profondo conoscitore della storia (letto libri e visto documentari, oltre al bellissimo spettacolo di Paolini), trovo che avete trattato l'argomento con la dovuta sensibilità e rispetto. Andrò a Longarone quest'anno... Sto cercando di scrivere una canzone da dedicare al Vajont. Penso che respirare quell'aria, vedere con i miei occhi quei luoghi mi insegnerà qualcosa.
Fra LG
Fra LG 8 giorni fa
2 volte la bomba atomica ok
nicole paparella
nicole paparella 8 giorni fa
Ho conosciuto una decina di anni fa la storia del Vajont e la cosa che mi ha più sconvolto è stato che nessuno me ne avesse mai parlato prima. Fa parte della storia del nostro paese ed è fondamentale sapere la dinamica di ciò che è successo per non ripetere gli stessi errori. Vi consiglio di visitare questi paesi meravigliosi e di partecipare alla camminata che viene organizzata l'ultima domenica di settembre di ogni anno. È un'esperienza unica.
Vittorio Patricia
Vittorio Patricia 9 giorni fa
Io ricordo,data la mia eta'.non e stato valutato il pericolo del monte tock.
Thomas Franzoni
Thomas Franzoni 10 giorni fa
Quel "Io ho fiducia" mi ha messo i brividi...
Virgilia Marino
Virgilia Marino 10 giorni fa
The pillow sapevo di un sacerdote, Don Guido Bortoluzzi che ebbe una visione molto precisa nella descrizione,circa 20 anni prima, su questo disastro ma non venne creduto. Sarebbe interessante se riusciste ad approfondire.
Woder
Woder 11 giorni fa
quella del vajont è una storia che mi ha sempre interessato tantissimo. credo sia uno dei primi esempi di quella che sarebbe diventata l'italia degli affari e della politica. per chi volesse sapere bene come sono andati i fatti Marco Paolini anni fa ne fece una diretta sulla memoria straordinaria, avvincente e fedele. vi lascio il link itvid.net/video/video-FWzQo1F687c.html
osservatore esterno
osservatore esterno 11 giorni fa
Una strage di Stato !! Tu che hai 17 anni , e dici di avere fiducia , non hai ancora compreso nulla purtroppo... sei ingenuo , come lo ero io alla tua eta'... Poi crescendo , scoprirai che lo Stato lavora sempre ai tuoi danni , dietro le spalle , in mille modi e maniere !!! Cresci ragazzo... cresci !
Eos
Eos 11 giorni fa
Servizio stupendo 🥺😍 Sarebbe stato bello se avessi anche spiegato come è successo. Visto così il disastro sembra causato da origini naturali
CMN& -BIKE
CMN& -BIKE 11 giorni fa
penso che sia il video più significativo che abbia mia visto
Dario Brini
Dario Brini 11 giorni fa
4:00 beh non proprio è stata costruita consapevolmente in una zona con pericolo di frana
bilkone
bilkone 12 giorni fa
una montagna quando nasce l'estremita' la punta quasi sempre collassa e questa punta che collassa va a depositarsi sui lati della montagna questa sempre comunque e un enorme massa di terra smossa adagiandosi nel fianco delle montagna e con i millenni piano piano un po si compatta ma non sara mai solda come la montagna sara sempre una parte friabile che con i millenni e la natura che ricopre tutto viene nascosta completamente questa terra che non e parte della montagna ma semplicemente adagiata sui suoi fianchi questa terra fu quella che creo il disastro della diga del vajont che riempendo l invaso della diga e salendo il livello sul fianco delle montagne l acqua sommerse e penetro dentro i pori o le crepe di questa massa di terra friabile che quasi sempre si trova come gia detto nei fianchi delle montagne e indistinguibile a occhio nudo dopo giorni di acqua alta che sommergeva questa massa di terra friabile a piano piano l ebbe anche gonfiata rendendo i fianchi della montagna ormai instabili ad un certo punto per gravita' collasso scendendo totalmente ai piedi della montagna e quindi sul fondo dell invaso spostando un immensa e identica massa d acqua quanto era la massa di terra che collasso in basso.
Francesco Zizola
Francesco Zizola 12 giorni fa
4:40 temo che questo dato non sia corretto. Probabilmente non è ben chiaro l'effetto della bomba H.
Mima Karin
Mima Karin 12 giorni fa
Siamo alle solite, la colpa è dei politici per i soliti interessi
romana maggioni
romana maggioni 12 giorni fa
Mio padre è stato uno dei primi soccorritori insieme ai suoi commilitoni del 183esimo Nembo Folgore e ancora oggi non riesce e non vuole raccontare tutto ciò che ha visto e sentito…. Per lui il Vajont occupa metà del suo cuore e ogni anno vuole tornare in quei luoghi
THE PILLOW
THE PILLOW 12 giorni fa
🙏🏻❣️
Andrea Cani
Andrea Cani 12 giorni fa
Mio padre è stato un soccorritore del Vajont,era bersagliere e con i suoi commilitoni fu inviato nel luogo del disastro per recuperare i corpi degli sfortunati abitanti.In famiglia abbiamo da sempre la testimonianza diretta e il ricordo di quel terribile evento🙏🙏🙏
THE PILLOW
THE PILLOW 12 giorni fa
🙏🏻❣️
Stefano Dessi
Stefano Dessi 12 giorni fa
Ci sono stato due volte e in ambedue sono andato via angosciato.. È una storia davvero pazzesca..
Davide Cometto
Davide Cometto 13 giorni fa
Cassio un paesello magnifico
Davide Cometto
Davide Cometto 13 giorni fa
Andava via il lunedì e tornava il sabato come sono cambiati i tempi un abbraccio a tutti
Giano69
Giano69 14 giorni fa
beati voi con il prosciutto sugli occhi che date fiducia alle nuove generazioni... basta vedere come vanno le cose per smentirvi
Francesco Giovanni Zollo
Ironia della sorte: “Toc” in friulano significa “‘marcio”, “impregnato d’acqua”
Loris Tomasella
Loris Tomasella 14 giorni fa
Per gli abitanti della provincia di Pordenone e Belluno posso garantirvi essere una ferita ancora aperta. Più grande di quella del terremoto. Qua la gente è morta per il dio denaro, non per una calamità naturale.
Atlantide's Bullet Journal
Avevo già visto il video, ma non ricordo se avevo commentato. A scuola avevo il mio professore d'arte che si era salvato perché era andato in gita, lui era stato l'unico sopravvissuto. Ricordo quando ce ne parlò, lo fece una volta sola: quanto dolore e sofferenza ci aveva trasmesso. Chiesi ai miei di portarmi a Longarone, ma passammo dall'alto e rimasi scioccata a vedere la diga ancora su. Ogni 9 Ottobre cerco di riguardare qualcosa dedicato all'evento. Nonostante non l'abbia vissuto, il professore era riuscito a trasmettermelo così bene che sento che fa parte di me. :(
Blessing Asante
Blessing Asante 15 giorni fa
Io sono bellunese
Pietro Boscariol
Pietro Boscariol 16 giorni fa
io abito più o meno da quelle parti e non è raro per me passare per Longarone. Fin da quand'ero piccolo, ogni volta che passo di là guardo sempre impressionato verso la diga e cerco di immaginare quello che può essere successo lì, senza riuscirci. Vedo le case, ma mi immagino ogni volta IL nulla di cui parla il signor Gianni, ma è davvero difficile immaginare un devasto del genere.
Simone Guarnieri
Simone Guarnieri 16 giorni fa
Ee te belo ada che me so geometra e se garo de fa na digo ma recorde de te
Lorenzo Corbari
Lorenzo Corbari 16 giorni fa
Io ci sono andato sulla diga, fa molta paura e impressione solo al sapere che cadendo da lu c'è molta un sacco di gente e che la maggior parte della diga non si vede perché sotterrata dai giacimenti del terremoto
mich
mich 17 giorni fa
ma quanto è vecchio quel imac dietro a inizio video
Simone Russo
Simone Russo 17 giorni fa
Fate bene a ricordare speriamo che trovate un po di pacerespect ciccio imperiale
SurPlus ж
SurPlus ж 18 giorni fa
mio nonno con il cai parti volontario come soccorritore
pippovi
pippovi 18 giorni fa
Bravi. Una ulteriore testimonianza alla tragedia del Vajon. Per non dimenticare. Mai. Bravi ancora e grazie.
Cristian Di Tommaso
Cristian Di Tommaso 19 giorni fa
Ho visto decine di servizi o documentari sul Vajont, ma da Friulano ogni ogni volta mi sale il groppo in gola. Grazie per la tua testimonianza
Pietro Bonaiti
Pietro Bonaiti 19 giorni fa
Bel servizio bravi con tono sommesso questa tragedia come le tante che purtroppo ancora ci opprimono a causa della avidità e della non punibilità di chi ne è stato la causa
Tommaso Piazza
Tommaso Piazza 20 giorni fa
Pensare che sarebbe potuto tutto essere evitato... Che disgrazia
Tommaso Piazza
Tommaso Piazza 18 giorni fa
@Imperatore Ottaviano Augusto Il Figo è stata una frana non un terremoto, il monte toc era estremamente facile e chi ha costruito la diga doveva rendersene conto, anzi se ne resero anche conto praticamente ma non si poteva stoppare il progetto della diga più grande del mondo
Tommaso Piazza
Tommaso Piazza 18 giorni fa
@Imperatore Ottaviano Augusto Il Figo beh che il monte fosse in pericolo di crollo era una cosa che studiando la montagna avrebbero potuto sicuramente capire, ceh diobono prima di costruire la diga più alta del mondo cazzo guarderai intorno a cosa la farai
Imperatore Ottaviano Augusto Il Figo
Beh, prevedere un terremoto... Non possiamo fare ancora tantissime cose sulla terra, immagina prevedere un terremoto che fa crollare dei pezzi di una montagna
frenk Marsse
frenk Marsse 20 giorni fa
Mio Dio sono stato al cimitero e sembra propio che le loro anime vaghino da per tutto la chiesa col crocifisso distrutto, insomma c'è un po di tristezza cmq un posto da ricordare pregare 🙏 l'unica cosa è ricordare che in ogni punto che appoggiamo i piedi in quel posto ha perso la vita una persona🙏
Francesco Forti
Francesco Forti 20 giorni fa
Visita Longarone, Erto e Casso, con due cari amici, circa 17 anni fa. Un'esperienza toccante, difficile da descrivere. Lessi poi il libro di Tina Merlin "Sulla pelle viva". Un libro che invito a leggere per conoscere gli eventi prima e dopo la tragedia. Grazie per il video.
MOLOKO SYNTHEMESC
MOLOKO SYNTHEMESC 20 giorni fa
Il fatto che non sia stata effettivamente l'acqua è la cosa più impressionante
MrItaliano1900
MrItaliano1900 20 giorni fa
non ho capito che cosa c'entra la marocchina
Giacomo Murari Bra'
Giacomo Murari Bra' 21 giorno fa
Bravi, ben fatto ...
danny besga
danny besga 21 giorno fa
Avevo tre anni. Dopo altri tre anni sostenni l'esame di ammissione alla seconda elementare della scuola pubblica (a quei tempi era possibile fare privatamente la cd "primina"). Il tema era su un argomento a piacere che mi aveva particolarmente colpito: parlai del Vajont. Ricordo che la commissione convocò la mia insegnante, un'anziana maestra da tanti anni in pensione, per farle i complimenti: al di là della forma grammaticale, un bambino di sei anni aveva narrato del Vajont col cuore di un bambino ma con gli occhi di un adulto, e a loro dire ne era venuta fuori una roba sorprendentemente bella. Negli anni ho letto e ho visto gran parte di tutto quanto pubblicato su quella tragedia, ma al Vajont non sono mai stato. Non credo di avere ancora molto tempo, ma prima che non possa più farlo voglio salire a Longarone a al Vajont. Devo, assolutamente!!! p.s.: questo è uno dei video migliori che abbia mai visto sul Vajont
Moreno Pettorano
Moreno Pettorano 22 giorni fa
Siete grandi
Anns Albani
Anns Albani 25 giorni fa
A parte il dolore vissuto in ogni immane tragedia che,pur col passare degli anni,pur nel ritrovato equilibrio della vita,lascia sempre un segno indelebile,importante e' non ripetere l'errore o gli stessi errori che l'incoscienza e l'irresponsabilita' umana ha provveduto,purtroppo a provocare le tragedie,la tragedia. Vedasi ALTRESI' la tragedia a Rigopiano .
Anns Albani
Anns Albani 25 giorni fa
La fiducia nasce dalla serieta' ( che non significa aver eccessiva paura,ed anche paura,una giusta paura o timore) di insegnare a saper essere responsabili delle proprie azioni e cura di cio' che ci e' affidato,vuoi nel dovere del proprio lavoro,vuoi in ogni circostanza della vita tutta e nella davvero buona e doverosa custodia del Creato,e soprattutto insegnare il valore di cosa significhi "essere una persona" la cui vita di ognuno e' sacra,ed inizia a non dover essere oggetto (poiche' ogni persona,di ogni etnia e cultura,non sono oggetti,- anche gli oggetti meritano riguardo) e come "persone iniziamo a non ne deriderli,ne trascurarne in qualsiasi eta'.
Anns Albani
Anns Albani 25 giorni fa
Certo che "il nulla" e' ben diverso dal " nulla". " Il nulla" equivale al totale annientamento. "Nulla" manca qualcosa.
Daniel Macours
Daniel Macours 26 giorni fa
GRAZIE R I P RESPECT HONOR PER LE VICTIMES R I P
Fabio De Salvador
Fabio De Salvador 26 giorni fa
Hai fatto un reportage meraviglioso.
Kaloe Vera
Kaloe Vera Mese fa
0:37 lì ho pranzato con gli scout siamo andati fino alla diga, poi abbiamo proseguito per una casera
Adry Mainstream
Bellissimo video, complimenti 👏👏👏
Nicoletta Fernando
A volte mi chiedo il perché di tanta crudeltà dell'uomo si poteva prevedere ? Si certo .Il ponte Morandi di certo. Il vaccino Astra zeneca si certo L uomo e il peggior nemico di se stesso
leonardo padovan
Io sto vicino a Longarone di 30/40minuti xd
Paola Di Paola
Certo che la mussulmana non c’entra proprio niente , l’hanno messa lì solo per fare i fighi inclusivi , ci manca solo un’Africano raccontando qualcosa e siamo apposto 😂😂 😂
Claudio Bui
Claudio Bui Mese fa
Io non sono friulano, ma voglio sottolineare la grande umiltà e spirito d'animo che i friulani hanno , persone di cuore e Grandi lavoratori che si godono la vita al tempo stesso grazie ai stupendi posti ché gli circondano , questa storia fa riflettere molto sull umiltà il signore superstite dovrebbe insegnare ai presuntuosi
Sara Beautiful Swan
Grazie per informarci a noi ragazzi serve questa spinta questo stimolo a far del bene , ma io da giusta e fedele cittadina proteggerò la mia casa e tutti coloro che ci abitano anche coloro che vanno da fuori perché siamo tutti figli della stessa terra ❤️❤️❤️😘
Sergio Ruttolo Andreoni
Venni a conoscenza della tragedia del Vajont 24 anni fa grazie ad un monologo di Marco Paolini trasmesso sulle reti Rai (l'ho ritrovato adesso qui su youtube, cercatelo...ne vale la pena), se non fosse stato per lui sarei stato una di quelle persone che avrebbe contribuito alla cancellazione del ricordo. Da allora ho sempre avuto il desiderio di andare a vedere la diga, la frana, Longarone, Erto e Casso e soprattutto il museo ed il cimitero; grazie a te e a canali come il tuo queste storie possono continuare a vivere e permettono a me di scoprire un po'di più su quella realtà.
Marta Acri
Marta Acri Mese fa
Salve Sono contenta che abbiano rifatto Longarone sono passata diverse volte ma la rabbia e grande sono commossa penso spesso a loro cari che riposino in pace
Robyzr7
Robyzr7 Mese fa
Ha perfettamente ragione... L onda d urto dovuto alla restrizione geometrica della valle ha fatto sì che l aria spinta dalla grandissima onda x via della compressione investi tutto e tutti proprio come un onda d'urto dovuta a una bomba. Infatti molta gente fu trovata senza vestiti... L acqua fece il resto, trasportando cose e cadaveri giù in valle lungo il Piave... E la giustizia pure..
andrea xo 0 96
Fa paura il fatto che fosse stata più forte che una bomba atomica
DAVIDE COSTAN
grazie per questa testimonianza da un bellunese .
Andrea Bertero
Bravissimi
farah beauty
farah beauty 2 mesi fa
ha solo una domanda la frana viene in ? per favore qualchuno rispode.
Vilson JR.
Vilson JR. 2 mesi fa
Che storia triste ed anche emozionante! Non la conoscevo. Longarone e dei paesi vicini sono davvero bellissimi come le favole. Complimenti per il video ed i miei cari saluti dal Brasile :)
Eliseo Pandolfi
Eliseo Pandolfi 2 mesi fa
Bravo ...un video che tocca il cuore. Ho comprato il video del Vajont anni fa e mi aveva già toccato. ..ora ancor di più dolo il Vs. Siete bravi e siete stati rispettosi della gente e del loro dolore ....mai completamente dimenticato.. Grazie Pillow del "grande tatto " .....👍👍👍👍👍👍
Nadir Crosara
Nadir Crosara 2 mesi fa
Ogni anno che passa le tv ne parlano sempre meno!un piccolo spazio al 9 ottobre su qualche canale ma poco niente!
Myles Williams
Myles Williams 3 mesi fa
The medical mole acutely examine because legal luckily unpack on a economic euphonium. solid, distinct facilities
Michele Piccolo
Michele Piccolo 3 mesi fa
abito in provincia di Treviso, vicino a Vidor, dove c'è il ponte sul piave. il giorno dopo la tragedia e dopo il passaggio dell'enorme onda, raccoglievano i cadaveri impigliati tra gli alberi... complimenti per il documento.
Inés Balzola
Inés Balzola 3 mesi fa
Eccellente...😢 storia molto triste ma davvero imprescindibile di conoscere 🇦🇷🇨🇮 🦋
THE PILLOW
THE PILLOW 3 mesi fa
Grazie, proprio per questo la abbiamo voluta raccontare
mario scepina
mario scepina 3 mesi fa
Io ono di fotogna
puccio364
puccio364 3 mesi fa
Bellissimo video e molto significativo.. Ho fatto molte stagioni a Cortina e ogni volta che passavo con l’auto mi tornava in mente ciò ch era successo e mi veniva un magone all’improvviso..😟
papà tunde
papà tunde 3 mesi fa
Mi manca andare qua da tempo che non ci vado più
IN VERITAS
IN VERITAS 3 mesi fa
io ho visto lo spettacolo di Marco Paolini appena lo trasmisero in televisione e che fece un boom di ascolti... mi ricordo che Paolini disse a proposito dei paesi Erto e Casso che in quei posti nell'intercalare della gente ogni due parole una bestemmia... anni dopo ho letto un libro in cui don Bortoluzzi che aveva una parrocchia a Casso ebbe la visione della tragedia e raccontò una parte della sua visione che riguardava la sera, all'imbrunire, del giorno della tragedia... questo si legge nel libro: "Vide snodarsi lungo le vie di Longarone una processione formata da alcuni giovinastri che portavano infilati su bastoni i genitali di bovini raccolti al macello comunale intonando frasi blasfeme e irripetibili sull’aria delle Litanie Lauretane “Santa..., ora pro nobis”, con evidente atteggiamento di scherno. Dalla luce del tramonto che vide in quella scena dedusse che l’episodio sarebbe avvenuto solo qualche ora prima della caduta della frana. Quando ci si toglie dalla protezione di Dio...
IN VERITAS
IN VERITAS 3 mesi fa
molti non sanno che ci fu un prete , don Guido Bortoluzzi, - ( aveva la parrocchia a Casso) - che ebbe una visione del disastro della diga 18 anni prima che questa fosse costruita. Fu talmente impressionato dal sogno vivido che si sentì in dovere di informare le autorità civili e religiose di opporsi alla costruzione di una diga in quel posto perché sarebbe stata all'origine di una disgrazia immane. Chiaramente fu deriso e chiamato "il prete pazzo" ... Nella sua visione vide tre case, due di quelle venivano spazzate via dall'onda di fango e l'altra no... raccontò questo particolare un giorno che era in visita a dei confratelli.. uno dei prelati che abitava in una di quelle case, ascoltò il racconto e sapendo che don Guido era tutt'altro che un visionario pensò bene di cambiare casa.. e si salvò, mentre gli altri due furono spazzati via insieme alla casa parrocchiale dove abitavano. il Messaggero Veneto ha riportato la storia del prete messaggeroveneto.gelocal.it/pordenone/cronaca/2017/05/09/news/il-prete-che-predisse-il-disastro-del-vajont-1.15314838 Questo sacerdote fu davvero speciale perché Dio il 15 agosto del 1972 gli fece "vedere", come a Mosè, la Creazione e ciò che accadde in Eden ai nostri progenitori circa il Peccato Originale. Questo è un video interessantissimo di MIXER RAI2 che ne parla : itvid.net/video/video-IhgcYOyeuZo.html
Maryh
Maryh 3 mesi fa
grazie mille
Manola Trevisiol
Erto e Casso sono due perle...incastonate in un paesaggio stupendo..
baldomax58
baldomax58 3 mesi fa
Bellissimo video. Complimenti !
Mauro DEL VESCO
Mauro DEL VESCO 4 mesi fa
L' uomo per i soldi, commette cose che il Vajont doveva essere di espio ma non e cambiato nulla lo stiamo vivendo anche ora su tutto e la natura ce la fa pagare..se ben son passati 56 anni noi ce la ricordiamo bene noi da (Longaron nat nel 56 avè 7 ) e della longarone prima del disastro ho qualche ricordo se veniva di giorno era un ecatombe ..i morti sarebbero stati il doppio forse anch'io GRAZIE ..bel filmato che tocca da Del Vesco Mauro..
Gabriele Morreale
Abbiamo visto questo video a scuola
Giacomo Corcione
Mio nonno è stato uno dei militari che prestò aiuti nel paese
Cristina Tosi
Cristina Tosi 4 mesi fa
io ci sono andata a 10 anni mi ha fatto un pò commuovere e un pò piangere
techgio
techgio 4 mesi fa
mio prozio alpino era uno dei soccorritori e me lo racconta sempre del disastro della diga
Emiliano Schina
Emiliano Schina 4 mesi fa
queste testimonianze, le immagini mi hanno commosso, ne ho sempre sentito parlare senza mai approfondire....... è emozionante.
DerGamer 320
DerGamer 320 4 mesi fa
Il bello che io sono di Longrone
Lino Dal Maso
Lino Dal Maso 4 mesi fa
Ho visitato Longarone per la prima volta che avevo sei anni sei mesi dopo questa tragedia e dopo sono tornato diverse volte. Fino una ventina di anni fa ho parlato con diversi sopravvissuti e veramente nella mia mente ricordo ancora quel paesaggio come descritto dal sig. Gianni IL NULLA.
Franco Scanfe
Franco Scanfe 4 mesi fa
complici di questa catastrofe furono anche quelli della stampa oltre che la SADE e anche il governo dell'epoca
Emanuel Romeo
Emanuel Romeo 4 mesi fa
Mi domando perché quella diga non la buttano giù,
Andrea Schiavon
Andrea Schiavon 4 mesi fa
C è chi da la colpa agli ingegneri del tempo,chi ai politici,chi all'onda progressista...mi dà una tristezza immensa ammetterlo,ma tutti noi in fondo abbiamo un po'di colpa di fronte a questi eventi 😓... tutti noi che non siamo mai contenti,che abbiamo sempre fretta,che vogliamo sempre di più faticando meno! Come evitare in futuro queste disgrazie? Partendo da noi, ogniuno di noi un po' come tante gocce d'acqua che formano un oceano,rispettando l ambiente,limitando un po' i consumi,magari facendo una passeggiata e un sorriso in più! A volte basta davvero poco per fare qualcosa di grande
Andrea Schiavon
Andrea Schiavon 4 mesi fa
Comunque complimenti per il filmato,e bravo quel ragazzo conduttore che ha fatto il video! Mai dimenticare!
Andrea Schiavon
Andrea Schiavon 4 mesi fa
Da anni seguo la storia del Vajont! Ho visitato molte volte quei luoghi,sia dalla parte di erto-casso,sia Longarone! Ho ascoltato racconti (un signore che conosceva mio padre la notte del 9 ottobre doveva dormire a Longarone,in giorno seguente avrebbe cacciato caprioli sulle montagne zoldane,accompagnato da padre e figlio cacciatori di Longarone,ma gli stessi il pomeriggio decisero di salire in baita e il caso lì salvò,ma le loro famiglie furono spazzate via),letto molti libri,visto filmati del tempo,documentari,film... quando una vicenda ti entra sotto la pelle ti cambia il punto di vista su tante cose! Alcuni mi hanno raccontato che una cosa che nessuno potrà mai descrivere e capire è il rumore, così come disse Paolini nel suo racconto...io credo che anche l'atmosfera pesante e surreale del giorno dopo il disastro non puoi capirla se non la vivi... l'ho vissuta nel 2010 al mio paese durante l'alluvione ( il fiume aveva rotto l'argine al di là del mio paese,di fronte casa mia...quella stessa sensazione l'ho vissuta la prima volta che visitai Erto! Nonostante siano passati quasi sessant'anni si percepisce ancora qualcosa di difficile da spiegare...ti senti come smarrito! 1910 vite spazzate via materialmente dall'acqua, conseguenza di intrighi politici e imprenditoriali in quegli anni di vigilia di boom economico-industriale e di corsa al prestigio e al profitto! C è ancora chi dice ' ma la diga ha retto',un sasso caduto in un bicchiere,quel bicchiere fatto a regola d'arte...forse dovremmo porci questa domanda ai giorni nostri,cullati e viziati dal progresso e dalle comodità, quando ricarichiamo il cellulare o accendiamo il condizionatore,se queste 2000 vite siano vittime di avidità altrui o martiri che si è dovuto sacrificare in nome del progresso di oggi!
andrea “Occhioacuto” svapo
Splendido servizio grazie
ATTILA KONKOLY
ATTILA KONKOLY 4 mesi fa
Tristezza nel profondo del mio cuore, le mie lacrime scorrono in lacrime, Come può essere così irresponsabile andare contro le forze della natura? Perché ? Le mie più sentite condoglianze!
Pietro Guerrera
Pietro Guerrera 4 mesi fa
Io sono stato questa estate sul Vajont
Alessandra Del Puglia
Bellissimo video. Grazie
Il prossimo
QUESTIONS in the DYING CITY - thepillow
8:32
I Busted YOUR Minecraft Myths..
9:34
visualizzazioni 1 262 578
EP. 14 - Entering alone in North Korea
20:40
Il Vajont ieri e oggi
4:04
visualizzazioni 27 000
èStoria 2013: 1963, la tragedia del Vajont
1:30:00
Falene
3:08
visualizzazioni 28 226
Crazy bugworkout video! Look the end ! 😱
0:20
Niko Pandetta - CODICE #2 MAVERIK
1:54
visualizzazioni 133 608
Awkward moment! 😳😅 #prank
0:10
visualizzazioni 27 001 641